IPatto educativo di corresponsabilità, redatto ai sensi dei DPR 249/98 e 235/07, costituisce la dichiarazione esplicita e condivisa dell'operato della Scuola

L'art. 3 del citato DPR 235 del 21 novembre 2007 così recita:
"...Contestualmente all'iscrizione alla singola istituzione scolastica, è richiesta la sottoscrizione da parte dei genitori e degli studenti di un Patto educativo di corresponsabilità, finalizzato a definire in maniera dettagliata e condivisa diritti e doveri nel rapporto tra istituzione scolastica autonoma, studenti e famiglie...
Nell'ambito delle prime due settimane di inizio delle attività didattiche, ciascuna istituzione scolastica pone in essere le iniziative più idonee per le opportune attività di accoglienza dei nuovi studenti, per la presentazione e la condivisione dello 
Statuto delle studentesse e degli studenti, del piano dell'offerta formativa, dei regolamenti di istituto e del patto educativo di corresponsabilità..."

Il patto educativo di corresponsabilità impegna tutte le componenti scolastiche: DIrigente Scolastico, docenti, personale A.T.A., consigli di classe, collegio docenti, studenti e famiglie


LA SCUOLA SI IMPEGNA NEI CONFRONTI DELL'ALUNNO E DELLA FAMIGLIA

  • a creare un clima sereno e corretto, favorendo lo sviluppo delle conoscenze e delle competenze, la maturazione dei comportamenti e dei valori,il sostegno nelle diverse abilità, l'accompagnamento nelle situazioni di disagio, la lotta ad ogni forma di pregiudizio ed emarginazione
  • a realizzare i curricoli disciplinari nazionali e le scelte progettuali, metodologiche e didattiche elaborate nel piano dell'offerta formativa
  • ad esplicitare gli obiettivi didattici ed educativi dei curricoli, gli strumenti di verifica, i criteri di valutazione e le norme che regolano la vita scolastica
  • a divulgare tramite queste pagine web le variazioni e/o le integrazioni che dovessero essere apportate al piano dell'offerta formativa ed al regolamento di istituto; copia cartacea dei predetti documenti potrà essere prodotta su esplicita richiesta degli aventi diritto
  • ad assicurare una valutazione puntuale, congrua, trasparente e tempestiva, volta ad attivare un processo di auto-valutazione che permetta all'alunno di individuare i propri punti di forza e di debolezza
  • ad attivare iniziative di sostegno didattico a favore degli alunni più fragili e svantaggiati
  • ad organizzare in partnership con Enti ed Imprese del territorio percorsi di studio con finalità professionalizzante per gli alunni più motivati e meritevoli
  • a comunicare alle famiglie non solo gli aspetti inerenti il comportamento e la condotta dello studente, ma anche i risultati, le difficoltà ed i progressi registrati nelle discipline di studio
  • a prevenire e/o ridurre al massimo la dispersione scolastica ed a prestare assidua attenzione e riservatezza ai problemi degli allievi, così da favorire l'interazione pedagogica con le famiglie

GLI ALUNNI SI IMPEGNANO NEI CONFRONTI DELLA SCUOLA

  • a rispettare l'orario scolastico, frequentare con assiduità ed impegnarsi nello studio in modo costante e diligente
  • a collaborare con gli insegnanti per mantenere in classe un clima favorevole al dialogo ed all'apprendimento
  • ad avere nei confronti del Dirigente Scolastico, dei docenti, del personale A.T.A. e dei loro compagni lo stesso rispetto che si richiede per se stessi
  • ad avere un comportamento improntato al rispetto dei beni comuni come norma fondamentale di educazione e di civiltà, mantenendo l'ordine e la pulizia dei locali ed utilizzando correttamente le strutture, le attrezzature ed i sussidi didattici, consapevoli che sono tenuti a risarcire gli eventuali danni volontariamente arrecati
  • non fumare nei locali della Scuola ed a non utilizzare il telefono cellulare durante l'orario delle lezioni ed in tutti i casi mai per riprese fotografiche o video riprese (CM 15/2007)
  • a fare controfirmare ai genitori le comunicazioni del Dirigente Scolastico e dei docenti

I GENITORI SI IMPEGNANO AD ASSICURARE

  • la partecipazione agli incontri periodici Scuola-Famiglia, al fine di istaurare un dialogo costruttivo con i docenti
  • il controllo quotidiano delle assenze, delle entrate posticipate e delle uscite anticipate, secondo le indicazione del regolamento di istituto
  • il controllo a domicilio dell'impegno scolastico del figlio/a
  • la firma delle comunicazioni del Dirigente Scolastico e dei docenti
  • il risarcimento dei danni ai locali della Scuola ed al materiale didattico per atti di vandalismo inequivocabilmente attribuibili alla responsabilità del figlio/a
  • una pronta informazione alla Scuola di eventuali problematiche che possono avere ripercussioni nell'andamento scolastico dello studente.